Laura Comitogianni

Posted on by

Mia madre dice che il 19/08/1988, giorno in cui sono nata, c’erano 42 gradi. Perciò il freddo non fa parte del mio DNA, amo i luoghi caldi e il mare, forse perchè proprio sul mare ho trascorso la mia infanzia, in un piccolo paesino della Calabria. Stesso paesino dove ho iniziato a danzare: la danza classica mi ha accompagnata per gli anni migliori della mia vita; la danza l’ho ballata, l’ho interpretata, l’ho sentita in ogni fibra del mio corpo e, infine, l’ho anche insegnata.
Mi sono diplomata al Liceo Scientifico Copernico, indirizzo linguistico, convinta fin dall’inizio del percorso di studi che avrei intrapreso Lingue e Letterature straniere all’Università. Poi in quinta arriva lei, la mia professoressa di Filosofia: mi innamoro sia della materia, sia del suo modo di insegnarla e la mia vita prende una strada diversa. Così mi iscrivo a Filosofia, mi laureo con una tesi su Kant, e attualmente sono iscritta alla Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche. Intanto ricopro il ruolo di Guardia Particolare Giurata presso l’Aeroporto Marconi di Bologna.
Precisa, puntuale (anche troppo, non amo aspettare e far aspettare) e indipendente: per mantenere la mia indipendenza ho fatto di tutto: cameriera, cassiera, receptionist, insegnante di danza, istruttrice, babysitter.
Viaggiare è una mia grande passione. Viaggiare. Non fare vacanze. Due cose che trovo estremamente diverse. Mi piace andare alle mostre, a teatro, scrivere di arte e di spettacoli.
Un sogno nel cassetto? Si ce l’ho. Insegnare Filosofia, poter far innamorare qualche adolescente sperduto e disorientato di questa materia, così come la mia insegnante ha fatto con me.
Faccio parte di Metro-Polis fin dalla sua nascita e da subito ho sentito di voler portare il mio contributo nell’Associazione; attualmente ricopro il ruolo di Responsabile Blog. Metro-Polis per me è un progetto da espandere, una realtà che si arricchisce ogni giorno grazie alla diversità (per età, sesso ecc) di ogni membro, di ogni socio. Ciascuno porta se stesso in Metro-Polis che è, dunque, a misura di tutti. A misura d’uomo.
Ognuno di noi trova il suo posto a Metro-Polis e si sente, diciamo così, a casa propria.

Laura Comitogianni